Dove vedere le stelle cadenti in Carso

dove vedere stelle cadenti a trieste e carso

La notte di San Lorenzo, con il suo spettacolo di stelle cadenti, è uno degli appuntamenti magici del periodo estivo. Per osservarle nel modo migliore è opportuno trovare un luogo al riparo dall’inquinamento luminoso. Non è molto semplice trovarne nei dintorni di Trieste: anche in Carso arriva un po’ delle luci della città o dei paesi vicini. Ma scegliere di passare la sera del 10 agosto all’aperto, ascoltando quello che la natura sussurra di notte, con il naso in su verso il cielo è un’esperienza che ricorderai per sempre.

Vedere le stelle cadenti da una vedetta sopra il mare

Ti suggerisco alcune postazioni facilmente raggiungibili a piedi dopo un breve tratto di sentiero. Per esempio, che ne dici di una delle vedette che si innalzano sul ciglione carsico? come la Vedetta Tiziana Weiss, sull’omonimo sentiero, che puoi prendere da Aurisina poco lontano dalla stazione ferroviaria e nei pressi della zona artigianale. Seguendo il sentiero 1 CAI e arriverai sul belvedere che si affaccia sul mare.

Partendo dal centro di Santa Croce, invece, una stradina che si addentra nel bosco ti porta alla Vedetta Slataper, altra postazione per godere del cielo stellato.

Scrutare il cielo dagli spazi aperti tra landa e bosco

La zona nei pressi della Foiba di Basovizza e quella dell’ex campo carri vicino a Banne possono offrirti un altro punto dove fermarti a farti avvolgere dalla volta celeste.

In entrambi i casi arriverai a destinazione seguendo un breve tratto di sentiero ben segnato. Il mio consiglio? spegni il cellulare (tanto lo sappiamo vero che fare la foto perfetta è impossibile, vero?) e immergiti nella dimensione notturna: fai silenzio e ascolta i suoni che senti attorno a te, soffermati sull’aria che soffia, percepiscine la temperatura mentre scruti il cielo.

Come e quando osservare le Perseidi: i consigli degli esperti

Le notti dal 10 al 14 agosto sono quelle in cui la pioggia di meteore, fenomeno conosciuto anche come “Lacrime di San Lorenzo”, è più visibile. Il picco si avrà tra le ore 22 e le 4 del mattino, il 12 e 13 agosto.
Per identificare la porzione di cielo dal quale provengono, nell’articolo di Astronomitaly trovi come fare, assieme a molti altri suggerimenti per ammirare lo spettacolo nel modo migliore. Clicca qui!

In punta di piedi, senza lasciare traccia

Restare all’interno dei sentieri è la regola da rispettare sempre quando si va a camminare: in versione notturna è necessario fare ancora più attenzione a non uscire dal tracciato, non solo per evitare di perdersi o di mettersi in situazioni di pericolo… ma anche per preservare l’ambiente, non danneggiare le piante nè disturbare gli animali che lo abitano.

Se arrivi in macchina, abbi cura di parcheggiarla dove è consentito: i sentieri che ti suggerisco partono vicino ai centri abitati o da piazzali appositamente dedicati alle auto.

Osservare il cielo like a pro: con gli astronomi!

Lo sapevi che a Trieste sono operativi diversi gruppi di astronomi e astrofili che organizzano… “eventi stellari“?

Per scoprire se anche quest’anno metteranno a disposizione le loro conoscenze e i loro strumenti, ti invito a consultare il sito del Circolo Culturale Astrofili di Trieste che gestisce l’Osservatorio Zugna a Campo Sacro e le pagine web dell’Osservatorio Astronomico, dove trovare gli eventi proposti alla Specola Margherita Hack di Basovizza.

Da non dimenticare

…esprimi un desiderio quando vedi cadere una stella! hai già pensato a quali vorresti si realizzassero?

 

Se cerchi altre idee per le attività sul territorio durante il periodo di Ferragosto, potrebbe interessarti anche questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.